Di Federico agguanta il Certosa. La Pfc comincia il girone di ritorno con un punto d’oro

Di Federico agguanta il Certosa. La Pfc comincia il girone di ritorno con un punto d’oro

Certosa-Pol. Favl Cimini 1-1
Certosa: Marini Piccolo Santoro Ciuferri (29’st Tursi) Selvaggio Tartaglione (39’st Cerbara) Ferri Bernardi Colagrossi (19’st De Carlo) Colasanti Ilari (32’st Cupellini). A disp. Mosconi Merolle Buonanno D’Antoni Mari. All. Russo 
PFC: Bertollini Braccio (12’st Aglietti) Politanó (45’st Caparros) Matuzalem (17’st Maccari) Cruciani Paletta Maggese Marinaro Di Federico Vittorini Tabarini (28’st Napoli) A disp. De Vellis Caparros Marini Onofri Vincenzi Zega. All. Scorsini
Arbitro Andrea Paccagnella di Bologna.
Reti: 5’ rig. Colagrossi, 40’st Di Federico
Note – ammoniti Ciuferri, Tartaglione, Di Federico, Politanó, Braccio, Maccari. Recupero 1′-5′.

Tante assenze da una parte e dall’altra caratterizzano l’anticipo della prima di ritorno. Losi, Dovidio, Ciriachi e Gallaccio per il Certosa. Monfreda, Filosa, Vincenzi e Covarelli per la Polisportiva Favl Cimini che vuole confermare la propria leadership su uno dei campi più difficili del girone.

Al 5’ Cruciani tocca Colagrossi in area di rigore e per il fischietto di Bologna non ci sono dubbi. Colasanti dal dischetto batte Bertollini e fa 1-0 per il Certosa. La prima reazione della PFC arriva al 15’ con una punizione di Marinaro che sfiora il palo alla sinistra di Marini. Un minuto dopo è Bertollini a dover rispondere con i pugni al calcio piazzato di Colasanti. Ancora il numero dieci neroverde smorza in diagonale di sinistro che non trova lo specchio della porta. Al 30’ però super miracolo di Marini che nega a Di Federico il punto del pari sul cross basso di Vittorini. Gara nervosa che raccoglie nel primo tempo ben cinque cartellini gialli. Prima dell’intervallo il Certosa in contropiede si divora il raddoppio e spedisce a lato. Locali al riposo avanti di un gol. 

Secondo tempo che non regala sussulti fino al 19’st quando Selvaggio prova la stoccata dalla distanza ma senza fortuna. Al 33’st sul cross del neo entrato Napoli colpo di mano della difesa locale ma l’arbitro Emiliano si conferma in giornata no. Forcing della Pfc che al 40’st sfiora il pari ma Marini fa un miracolo su Napoli. Un minuto dopo però su una palla vacante in area si avventa Di Federico che di sinistro insacca la rete dell’1-1. Nei cinque minuti di recupero la PFC prova un clamoroso ribaltone costruisce un’occasione ma è il Certosa proprio allo scadere a sfiorare il colpaccio su punizione con la conclusione di Colasanti che accarezza il palo. Finisce in parità, quattordicesimo risultato utile tra coppa e campionato per la capolista che esce indenne da via di Centocelle ed ora si mette alla finestra in attesa dei risultati delle avversarie. 
Ufficio Stampa Pfc

FCAdMin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial