Favl Cimini beffata ai rigori: nel debutto di Coppa passa il Civitavecchia. Oliva: “A testa alta”

Favl Cimini beffata ai rigori: nel debutto di Coppa passa il Civitavecchia. Oliva: “A testa alta”

COPPA ITALIA – 1° turno
CIVITAVECCHIA-POL.FAVL CIMINI 4-2 dcr

CIVITAVECCHIA Pancotto, Converso (40’st Bellumori sv), Funari, Bevilacqua, Fatarella, Gravina, Pastorelli (24’st Franceschi), Tollardo, Cerroni (23’st Catracchia), Ruggiero, Liberati (28’st Grossi). A disp. Travaglini, Fastella, Palumbo, Feuli, Mastropietro All. Paolo Caputo
POL.FAVL CIMINI Bertollini, Paletta, Pontuale, Lupo (13’st Aprile), Politanò, Grizzi, Bertino (28’st Palombi), Marinaro, Danieli (43’st Cri.Vittorini), Man.Vittorini, De Vittoris (31’st Braccio). A disp. Laurenti, Diaz, Mamarang, Massaini. All. Sergio Oliva
ARBITRO Nuccettelli di Roma 2. ASSISTENTI Ruggieri di Roma 2 e Grasso di Roma 1
NOTE – Ammoniti Fatarella, Gravina, Manu. Vittorini, Marinaro, Aprile.

La Polisportiva Favl Cimini esce dalla Coppa Italia ma a testa alta.
Solo la lotteria dei calci di rigore infatti ha consentito ai padroni di casa del Civitavecchia di staccare il pass per il secondo turno dopo novanta minuti tirati dove entrambe le squadre hanno dimostrato di avere le qualità per essere tra le grandi protagoniste del campionato.
Oliva schiera l’undici provato nelle ultime uscite. Aprile e Mamarang partono dalla panchina. I nerazzurri di Caputo iniziano forte e provano a spaventare per ben due volte la retroguardia giallonera che regge l’urto offensivo dei tirrenici oggi schierati con Cerroni, Ruggiero e Pastorelli.
La Pfc reagisce, entra in partita con un pizzico di ritardo ma viene fuori alla distanza. Pancotto si supera su Bertino. Nella ripresa Lupo dà forfait per un problema muscolare, al suo posto Aprile. Braccio per De Vittoris, C.Vittorini per Danieli e Bertino per Palombi sono stati gli altri cambi. Gara che scorre via senza particolari emozioni. Si arriva ai tiri dal dischetto: non basta la parata di Bertollini, decisivi gli errori di Politanò e Cristian Vittorini. Civitavecchia al secondo turno.
Il tecnico Sergio Oliva dopo la gara aplaude comunque la sua squadra: “Partita giocata bene da ambo le parti. Sicuramente loro sono più rodati di noi, conoscono bene tutti i meccanismi che Caputo gli ha dato in questi due anni e soprattutto erano sul loro campo. Noi stiamo mettendo a punto alcune situazioni, qualcuno deve prendere la forma giusta. Motivo per il quale nel finale sono stato costretto a fare più di qualche cambio per arrivare ai rigori pur sapendo di perdere qualche rigorista come Danieli e Bertino. Poi nella lotteria dei rigori può capitare di tutto. Bertollini – conclude Oliva – ne aveva parati addirittura tre, peccato che due siano poi finiti dentro. C’è un pizzico di dispiacere ma abbiamo la consapevolezza di essercela giocata alla pari con una squadra, la nostra, non ha ancora al top”.
Ufficio Stampa Pfc

FCAdMin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial