Pfc con il cuore ma non basta: W3 passa a Vignanello

Pfc con il cuore ma non basta: W3 passa a Vignanello

POL. FAVL CIMINI-W3 MACCARESE 0-3
PFC: Bertollini  Cruciani (17’st Tabarini) Politanò Vincenzi (10’st Marinaro) Aglietti Filosa Paletta (8’pt Caparros) Covarelli Di Federico Napoli Maggese (42’st Cuccioletta) A disp. De Vellis Marini Matuzalem Onofri . All. Ledesma
W3: Baldinetti Mazzesi Pellegrino Tisei Damiani Di Giovanni (42’st Ciorciolini) Troccoli Ma. (27’st La Rosa) Dei Giudici Bergamini (37’st Starace) Lo Monaco Finucci (1’st Buonamano). A disp. Troccoli Mi., Russo Montalbano Balletta Antonini. All. Manelli. 
ARBITRO: Leonardi Leorsini di Terni (Luca Passeri e Leonardo Degli Abbati di Roma 1)
RETI: 11’ Di Giovanni, 3’st 37’st Damiani
NOTE – ammoniti Cruciani, De Vellis,  Damiani, Mazzesi, Vincenzi, Covarelli, Caparros. Al 40’st rosso diretto a Mazzesi. 

A quattro giornate dalla fine lo scontro diretto tra Pol. Favl Cimini e W3 Maccarese potrebbe valere la piazza d’onore oltre alla possibilità di mettere pressione alla capolista Pomezia. Appaiate a 56 punti la Pfc ha dalla sua il miglior attacco e difesa del campionato con 55 gol fatti e 20 subito di contro ad una W3 in stato di grazia con cinque successi consecutivi nelle ultime cinque giornate. Ledesma deve rinunciare ancora una volta al bomber e capitano Manuel Vittorini dopo l’infortunio patito con il Pomezia. Marinaro siede solo in panchina. Squalificato Braccio, tra i pali rientra Bertollini. Maggese e Aglietti stringono i denti e vanno in campo. Tra gli ospiti confermate le assenze di Bernardi e Pieri.

Piove sul bagnato per la Pfc che dopo 7’ deve rinunciare a Paletta per un problema muscolare. Al suo posto Caparros. Due minuti ed arriva il vantaggio della W3 con una grande azione sulla sinistra cross basso di Troccoli e tapin vincente di Luca Di Giovanni. La W3 ha il suo numero dieci in grande spolvero ed al 18’ va via a Maggese con la palla in mezzo che crea ulteriore apprensione alla difesa locale. Al 21’ Di Federico prova a trovare il gol della domenica da lontanissimo ma il tiro a volo non trova lo specchio. Al 27’ arma il mancino Covarelli ma senza fortuna. Al 40’ l’episodio che manda su tutte le furie la Pfc: Pellegrino frana su Napoli lanciato a rete ma per Leorsini tutto regolare. Nel finale forcing della Cimini che chiude dentro l’area di rigore la W3 che si salva due volte in corner. 

Pronti via nella ripresa e la W3 trova subito il raddoppio al secondo tiro in porta della partita: assist del solito Luca Di Giovanni per Damiani che infila lo 0-2 per la formazione ospite. Al 10’st entra Marinaro per provare a dare una spinta maggiore.  Proprio la sua punizione sfiora lo specchio della porta dopo qualche minuto. La PFC non si perde d’animo e gioca una partita di carattere ed al 21’ sul cross di Caparros Maggese manca da due passi la battuta a rete. Alla mezz’ora Caparros, spina nel fianco sulla fascia destra, finisce a terra, Leorsini fa continuare. Minuto 36’ Tabarini entra in area con un dribbling ma la difesa bianconera si salva. Al 37’st la squadra di Manelli chiude la contesa: azione fotocopia alla rete del raddoppio e bis di Damiani che fissa il punteggio sullo 0-3. Bianconeri che restano in dieci subito dopo per il rosso a Mazzesi. Finisce senza altri sussulti la W3 sbanca Vignanello e si prende il secondo posto solitario di fronte ad una PFC con tanti problemi ma che ha messo l’anima in campo. 
Ufficio Stampa Pfc

FCAdMin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial