Bella, solida e di carattere: la Favl Cimini mata il Civitavecchia e chiama al duello il Pomezia

Bella, solida e di carattere: la Favl Cimini mata il Civitavecchia e chiama al duello il Pomezia

Polisportiva Favl Cimini-Civitavecchia 1-0
PFC: Bertollini Aglietti Politanó Covarelli (27’st Monfreda) Cruciani Filosa Paletta Marinaro Di Federico (44’st Tabarini) Vittorini Maggese. A disp. De Vellis Braccio Tontoni Onofri Matuzalem Diomande Napoli. All. Scorsini
Civitavecchia: Scaccia Funari (48’st Bersaglia) Mancini La Rosa Serpieri Fatarella La Rosa Gagliardi (23’st Luciani) Cerroni Ruggiero Pippi. A disp. D’angelo Imperiale Luchetti Galimberti Caforio Liberati Istrate. All. Castagnari
Arbitro: Bruno Spina di Barletta.
Reti: 32’ Di Federico
Note – ammoniti Fatarella Marinaro, Politanó, Funari, Ruggiero. Nell’intervallo espulsi Napoli ed il tecnico Castagnari.

Tra Favl Cimini e Civitavecchia è il quinto round di una sfida infinita con le formazioni di Scorsini e Castagnari che dopo il duello di coppa si giocano tre punti pesanti validi per la corsa al vertice.
Formazione tipo per i due tecnici che non devono certo scoprire nulla del proprio avversario.
Primo tiro verso lo specchio della porta è di Ruggiero al 6’. Lo stesso numero dieci nerazzurro ci prova al volo al 20’ sul traversone di Gagliardi ma Bertollini blocca a terra. Al 23’ breack della PFC con il cross di Aglietti che mette in difficoltà la difesa ospite. Al 28’ clamorosa occasione per il Civitavecchia: punizione dalla trequarti per la testa di Funari che colpisce l’incrocio dei pali sulla respinta la palla cade sulla testa di Serpieri che a porta vuota la manda sopra la traversa. Scampato il pericolo la Favl Cimini trova il vantaggio: Paletta porta palla sulla destra serve in profondità Vittorini e sul cross del capitano arriva Di Federico che anticipa il suo difensore e gonfia la rete: 1-0. Nel finale di tempo occasione per il raddoppio della PFC ma Scaccia si salva. Un po’ di nervosismo all’intervallo che porta all’espulsione di Castagnari ed Aiman Napoli dalla panchina.
Pronti via nella ripresa e c’è subito un doppio salvataggio della PFC sugli sviluppi di una punizione di Proietti. Risponde la PFC con una imbucata per Maggese che prova a superare Scaccia con un pallonetto troppo debole. Al 10’st miracolo di Bertollini che deve distendersi sul palo per deviare un colpo di testa di Pippi. La partita si accende ed i locali sprecano un ghiotto contropiede con la mancata intesa tra Vittorini ed Aglietti. Al 14’ sul colpo di testa di Filosa la PFC reclama un calcio di rigore per un presunto fallo di mano. Occasioni a ripetizione: cross di Ruggiero per la girata aerea di Pippi che lambisce il palo. Massimo sforzo del Civitavecchia che trova il pari con Fatarella annullato per fuorigioco al 19’st. Tante proteste invece quelle alzate dalla Pfc alla mezz’ora per un presunto fallo di Vittorini lanciato a rete tra l’incredulita dello stesso attaccante cimino. Al 36’ tocca a Scaccia fare il miracolo sul colpo di testa di Vittorini. La Pfc vuole legittimare il vantaggio e la girata di Di Federico sul corner finisce sopra la traversa. La squadra di Scorsini è protagonista di un finale aggressivo che non permette al Civitavecchia di cercare il pareggio. Finisce 1-0 la PFC si aggiudica il secondo duello in campionato con i nerazzurri, infila il 17esimo risultato utile consecutivo, elimina la Vecchia dalla corsa al play off e lancia un chiaro segnale al Pomezia ospite fra due settimane a Vignanello.
Ufficio Stampa Pfc

FCAdMin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial